I templi di Bangkok: Wat Arun and Wat Phra Kaew (Foto)

Templi di Bangkok

Bangkok ospita un’infinità di templi e, se intendi restare in città solo per qualche giorno, non è facile decidere quali templi visitare. A mio parere i più interessanti sono il Wat Arun e il Wat Phra Kaew, entrambi situati all’interno della città vecchia (Rattanakosin); ovvero nei pressi di Khao San Road, la strada più turistica di Bangkok.

Wat Arun (Tempio dell’Alba)

Il Wat Arun si trova sulla riva occidentale del fiume Chao Phraya. Ci puoi arrivare in taxi o, se ti trovi già a Khao San, anche a piedi. Ti basta infatti camminare per circa venti minuti in direzione sud ovest e poi prendere il traghetto. Il tempio è aperto dalle 8 del mattino sino alle 5:30 del pomeriggio e il biglietto d’entrata costa 50 Bath (ma i thailandesi entrano gratis). [Continua...]

Abitare in Xinjiang: Intervista a Josh, il fondatore di FarWestChina

far west chinaJosh in Xinjiang

Nell’intervista di oggi discuteremo con Josh Summers, il fondatore di Far West China, sino a prova contraria il miglior sito web dedicato allo Xinjiang, una delle più misteriose e al contempo interessanti provincie della Cina.

Josh, grazie per avere accettato quest’intervista per SDC. Sei arrivato a Urumqi, la capitale dello Xinjiang, nel 2006. Come ci sei finito?

Grazie a te per l’invito! Anche se la storia del nostro arrivo in Xinjiang è molto lunga, può essere riassunta con una parola: “incidente”. No, davvero, conosci tanta gente che sia finita a lavorare in un posto che riusciva a malapena a trovare nella mappa?

Inoltre nel 2006 restammo solo due giorni a Urumqi, dopodiché ci addentrammo nel deserto sino ad arrivare a Karamay, la cittadina dove si trovava la scuola d’inglese che ci aveva assunto. [Continua...]

La mia esperienza da incubo in un ospedale cinese

ospedale in cina

Andare dal dottore in Cina è un esperienza unica che, se non possiedi un’assicurazione sanitaria, può rivelarsi anche piuttosto cara. Oggi vi parlerò della mia avventura all’ospedale di Pechino.

L’incidente più stupido del mondo

Giovedì, nove di sera. Il mio appartamento è un disastro e domani arrivano gli ospiti. Non posso più permettermi di procrastinare: devo fare pulizia. Quella della casalinga non è esattamente la mia occupazione preferita, ma una volta che inizio non riesco a fermarmi più. Hai presente Mastrolindo? Ecco, più o meno uguale (a parte il fatto che ho più capelli). [Continua...]

Abitare con una famiglia cinese e fare uno stage a Pechino: La mia esperienza

vivere con una famiglia cineseIo, Liu (dietro di me) e alcuni amici di famiglia

Oggi pubblichiamo un’articolo scritto da Caterina Saccani, che al momento si abita con una famiglia pechinese mentre studia il cinese e lavora come stagista presso una scuola di lingue, LTL Mandarin School.

Come sono arrivata in Cina

Ho studiato in Germania e mi sono laureata a marzo come interprete e traduttrice. Non sono specializzata in cinese, l’ho sempre studiato come terza lingua straniera. Già durante gli studi tutti mi hanno fatto una testa così dicendo di approfondire il cinese, perché è la lingua del futuro, i cinesi conquisteranno il mondo, ci sarà sempre più richiesta di gente che parla cinese etc. Io a dire il vero non so se il cinese mi aiuterà davvero a conquistare il mondo, ma lo studio perché mi piace, mi affascina la cultura.

Dopo la laurea ho deciso di trascorrere un periodo di alcuni mesi in Cina. Ero già stata a Kunming nell’estate 2013 per un corso intensivo di cinese in una scuola privata, ma due mesi mi erano sembrati troppo pochi e volevo un’esperienza diversa da quella dello studio e basta. Quindi ho iniziato a guardarmi intorno in cerca di opportunità di stage. [Continua...]

Viaggiare in treno in Cina – La guida completa

Treni in CinaUn treno cinese classe K.

In questa guida per viaggiare in treno in Cina parleremo di come acquistare un biglietto di treno in Cina e di quali sono le differenze tra le diverse classi di treni e biglietti. Chiuderemo con alcuni consigli generali su come affrontare un viaggio in treno in Cina.

Come prenotare ed acquistare un biglietto di treno in Cina?

Il treno in Cina è ancora il mezzo di trasporto più popolare. Siccome puoi acquistare i biglietti solo a partire da 20 giorni prima del tuo viaggio, durante i periodi più “caldi” quali ad esempio il Festival di Primavera (in gennaio o febbraio), il primo maggio, la festa nazionale (primo ottobre) o le vacanze estive (luglio-agosto), per non rischiare di restare senza biglietto dovresti comprare il biglietto appena possibile. [Continua...]

I mercati galleggianti di Damnoen Saduak, nei pressi di Bangkok

mercati galleggianti, Bangkok

Mentre mi trovavo a Bangkok ho passato una giornata ad Ayutthaya, l’antica capitale thailandese, e mezza giornata a Damnoen Saduak, il villaggio che ospita il mercato galleggiante più turistico della Thailandia.

Ne è valsa la pena?

Sì. E no. Non avevo mai visto un mercato galleggiante quindi la visita è stata senz’altro interessante. Inoltre penso di essere riuscito a scattare qualche foto interessante. Allo stesso tempo, il mercato è affollatissimo e dovrai rassegnarti a “nuotare” tra i turisti occidentali e cinesi (sopratutto occidentali, devo dire). [Continua...]

Intervista a Olle Linge, il fondatore di Hacking Chinese

olle linge

Dopo circa un anno torniamo con le nostre interviste a quelle che io chiamo – scherzosamente ma non troppo, – le “Superstar del Cinese”.

Oggi discuteremo con Olle Linge, un ragazzo svedese di trent’anni che ha passato gli ultimi sette anni a imparare il cinese (e gli ultimi quattro anche a insegnarlo). Olle è l’anima fondatrice di Hacking Chinese, uno dei miei siti preferiti, tra quelli completamente dedicati al cinese.

Cos’è Hacking Chinese?

Olle, Hacking Chinese non è un semplice blog. Ok, le fondamenta su cui si poggia il sito sono i tuoi articoli. Ma quello che mi impressiona di più è la comunità che hai costruito: c’è chi discute sulla sezione dei commenti, chi ti chiede consigli pubblicamente su Twitter e chi partecipa alle “sfide” che proponi. Quando hai iniziato questo progetto e perché? Qual era l’obiettivo iniziale? [Continua...]

Visitare parenti o amici in Cina: Mi serve un visto Q, S o L?

visto cinese per familiari

E’ passato più di un anno da quando abbiamo pubblicato la prima versione della nostra guida per ottenere un visto cinese. Da allora abbiamo ricevuto centinaia, forse migliaia, di domande e suggerimenti per migliorare i vari articoli sui visti che abbiamo pubblicato. Sembra però ci sia un punto ancora poco chiaro.

In quest’articolo spiegheremo che documenti sono necessari e che tipo di visto bisogna richiedere per visitare – o accompagnare – parenti o amici in Cina.

Differenze tra visto Q, S e L

A seconda dei casi, per visitare parenti o amici in Cina bisogna richiedere uno dei tre seguenti visti: visto L (turistico), visto S (affari privati) o visto Q (ricongiungimento familiare). [Continua...]

Vi presento la “Mantide”: intervista a Will, un appassionato di kung fu tradizionale

kungfu tradizionale in cina

Mi chiamo Cristiano, vivo e lavoro in Cina da quasi dieci anni. Nel tempo libero amo scrivere ed esercitarmi all’aperto (PM 2,5 permettendo).

Ho conosciuto Will Wain-Williams tre anni fa, e siamo diventati subito amici. Will è un energico praticante di arti marziali tradizionali, oltre che un esperto di tè. Uno dei nostri passatempi preferiti consisteva nel trascorrere lunghe serate a bere ottimo tè parlando di viaggi o, qualche volta, a lagnarci della Cina.

Will ha anche un sito web ricco di informazioni sulla Cina, Monkey Steals Peach, in cui racconta la sua esperienza con il kung fu tradizionale e della sua grande passione per il tè cinese.

Oggi, in questo primo articolo che pubblico qui su SDC, ho deciso di intervistarlo. [Continua...]

Come NON imparare il cinese (Parte Seconda)

come non imparare il cinese 2

Questa è la seconda – e ultima – parte della nostra rassegna sui metodi migliori per NON imparare il cinese in Cina. Se ti sei perso la prima parte ti consiglio di partire da qui.

Dopo i miei “successi” all’università, dovetti purtroppo abbandonare le mie aspirazioni di tornare ad essere, alla veneranda età di trent’anni, uno studente a tempo pieno. Tutto ciò per avere il tempo di realizzare qualcosa di più utile. Lavorare, ad esempio. [Continua...]