Il cibo del Capodanno cinese

cibo capodanno cinese

Sì, lo so il capodanno cinese è passato già da un pezzo; voglio comunque fare un riepilogo di uno dei suoi aspetti più importanti, il cibo. Cosa si mangia per il capodanno cinese e perché?

Quest’articolo è un adattamento della serie di articoli sul capodanno cinese scritti da Luna Zhou e pubblicati recentemente sul sito EsChina Space (spagnolo). [Continua…]

Shenzhen: The Book – Intervista all’autore Ted Rule

Shenzhen

Oggi intervistiamo Ted Rule, uno degli autori di “Shenzhen: The Book“, una guida approfondita per viaggiare e vivere a Shenzhen che è stata appena pubblicata da ShenzhenParty.com.

L’ho letta la scorsa settimana e devo dire che Ted e Karen, arrivati a Shenzhen per la prima volta nel 1971, hanno fatto un ottimo lavoro nel descrivere cosa fare e vedere a Shenzhen e nel trasmettere l’atmosfera di questa metropoli che soltanto 40 anni fa era soltanto un villaggio.

Ted, prima di tutto, grazie per avere accettato l’intervista. Il tuo libro si apre con vari detti cinesi. Quello che mi è piaciuto di più è: “Se lo ami, mandalo a Shenzhen. Il paradiso è lì. Se lo odi, mandalo a Shenzhen. L’inferno è lì“. Mi ricorda il modo di dire “Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire” di Samuel Johnson. Secondo te, cosa rende Shenzhen diversa dalle altre città cinesi?

Per certi aspetti Shenzhen è molto diversa dalle altre città cinesi, ma condivide anche molte delle caratteristiche che stanno cambiando tutte le città cinesi. La differenza principale è che Shenzhen è stata costruita dal nulla. Prima del 1979 non c’era nulla qui. Questo vale per la maggior parte delle città cinesi in un certo senso. Prendiamo ad esempio Pechino e Shanghai, costruite in gran parte negli ultimi venti anni. La differenza è che a Shenzhen non esistente l’equivalente del Bund o degli hutong. La popolazione “indigena” è scarsissima e le sue tradizioni si conoscono a mala pena. A Shenzhen la maggior parte degli abitanti è immigrata recentemente e questo da colore a tutto ciò che vi succede. Non c’è nessuno che dice “ci abbiamo provato e non ha funzionato”. [Continua…]

Ottenere il Visto per la Russia: la Guida Completa

visto per la russia

Quest’articolo è una guida completa e aggiornata su come ottenere il visto per la Russia. Nell’articolo tratteremo i seguenti punti (clicca per leggere direttamente quello che t’interessa):

[Continua…]

Il Tempio Shaolin: la Mecca del Kung Fu cinese

Tempio Shaolin

L’articolo di oggi è dedicato al Tempio Shaolin, un luogo caratteristico per il Kung Fu cinese. Qui puoi trovare tutte le informazioni necessarie per visitarlo e tanto altro. Let’s go!

Il Tempio Shaolin

Chi non ha sentito parlare del Tempio Shaolin? Ma, quanti sanno dove si trova?

Per quanto mi riguarda, devo ammettere che fino a due anni fa non sapevo neppure che esistesse.

Il Tempio Shaolin si trova in un paesino rurale chiamato Dengfeng, nella provincia cinese dell’Henan, alle pendici del monte sacro Song Shan. Oggigiorno il Tempio Shaolin è un centro turistico importante, ma oltre ai turisti attrae anche numerosi studenti di arti marziali, poiché lì continuano ad allenarsi i monaci secondo i segreti del Wushu. Inoltre, attratti dal nome di questa istituzione, numerosi maestri hanno voluto stabilire le proprie scuole attorno a questo famoso tempio. [Continua…]

Dalla Cina al Laos, ingresso nel Sud-Est asiatico

laos foto 1 700

Unire nello stesso viaggio Cina e Laos potrebbe sembrare cosa strana, eppure potrebbe trattarsi di un tour tematico molto interessante. La regione cinese dello Yunnan per clima e contesto ambientale può senza troppi problemi essere ritenuta parte del Sud-Est asiatico, soprattutto per quello che riguarda la sua zona più meridionale.

Anche dal punto di vista storico ci sono molti legami che si intrecciano, basti citare il fatto che Jinghong, capitale provinciale dello Xishuangbanna, cinese in passato è stata la capitale del regno Thai di Sipsongpanna. Come non pensare alla dinastia Yuan, che dallo Yunnan si dirigeva verso gli attuali Laos e Birmania per tentare di sottomettere i regni ribelli al volere del cielo? Anche voi potete seguire le orme di Kubilai Khan e, se al massimo sottometterete una Beer Lao ed un piatto di noodle, avrete comunque fatto ingresso in un paese straordinario: il Laos.

Dalla Cina al Laos in aereo

Per un viaggio in Laos dalla Cina tappa di partenza è Kunming, la capitale dello Yunnan conosciuta anche come “città dell’eterna primavera”. A seconda del tempo che avete a disposizione il viaggio può essere fatto via terra oppure in aereo. Dal Kunming Changshui International Airport, situato nel distretto di Guandu (circa 25km da Kunming), la compagnia di bandiera laotiana Lao Airlines gestisce voli quotidiani per Vientiane. In alternativa sono operati voli per Vientiane anche dalla compagnia cinese Eastern Airlines, sebbene con cadenza di due partenze a settimana. [Continua…]

Mercati di Strada a Kashgar, in Xinjiang (Photo Essays)

Sacchi di peperoncino nella Città Vecchia

Mercato di Kashgar

Il venditore di meloni

Durante il mio soggiorno a Kashgar, durato ahimè solo cinque giorni, mi fermavo ogni giorno al mercato notturno di Jie Fang Bei Road a comprare una fetta di melone hami gua (il melone della provincia xinjianese di Hami) dal signore nella foto in basso che, nonostante nella foto sembri tranquillo, non smetteva un secondo di strepitare. [Continua…]

Insegnare l’italiano ai cinesi: Intervista a Marco Zambon della scuola Basilico Nanjing

scuola italiano in cina

Oggi discutiamo con Marco Zambon, uno dei tre fondatori di Basilico Nanjing (gli altri due sono Diletta Caprilli e Yang Long), il primo centro per la diffusione della cultura e della lingua italiana a Nanjing con insegnanti madrelingua autorizzati dal governo cinese (tramite il rilascio dell’expert foreigner certificate).

Insegnare l’italiano ai cinesi

Marco, l’attività principale di Basilico Nanjing è quella di insegnare l’italiano agli studenti cinesi che poi andranno a frequentare le università italiane. Puoi parlarci di questo progetto?

Il nostro progetto si appoggia a due progetti già esistenti – Marco Polo e Turandot - che sono progetti di studio universitario per arte e musica studiati e voluti dal governo italiano e cinese. In tal senso, noi ci occupiamo della formazione linguistica dei ragazzi e della documentazione necessaria (visto, certificazione linguistica e preparazione adeguata alla vita in Italia).

Inoltre per gli studenti che non rispondono ai requisiti per accedere ai due progetti, c’è
la possibilità di studiare in Italia come studenti internazionali. In entrambi i casi, per accedere ai corsi è necessario ottenere una certificazione linguistica CILS, CELI O PLIDA, che viene rilasciata dagli organi competenti – rispettivamente, l’Università per stranieri di Siena, l’ Università di Perugia e i centri Dante Alighieri – agli studenti cinesi. [Continua…]

VPN in Cina: Come utilizzare Facebook o Youtube oltre la grande muraglia

Facebook Cina

La prima parte di quest’articolo spiega cos’è una VPN e come puoi utilizzarla per accedere a Facebook, Youtube e agli siti web che sono bloccati in Cina.

La seconda parte dell’articolo è invece una recensione di VyprVPN, StrongVPN, a mio parere le tre migliori VPN per chi si trova in Cina. In particolare, andremo a descrivere e confrontare prezzi, funzionalità e performance delle tre VPN.

Clicca qui per scoprire subito le differenze tra VyprVPN e StrongVPN

Cos’è una VPN e a cosa mi serve in Cina?

Come forse già saprai in Cina internet è censurato. Il risultato è che molti siti web “occidentali” sono bloccati dall’ormai celebre Grande Firewall. Tra i siti bloccati spiccano Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

Ve ne sono però molti altri, tanto che a seconda di cosa ti occupi non ti sarà possibile lavorare senza una VPN (Virtual Private Network, Rete Privata Virtuale).

Ma non tutto è perduto…

[Continua…]

Chinese With Mike – Recensione del video corso

Chinese with Mike

Ho “scoperto” i video di Mike Laoshi, al secolo Mike Hainzinger, nel 2012, pochi mesi dopo aver iniziato a scrivere qui su SDC. Ne ho parlato bene in varie occasioni e, qualche mese fa, la John Murray Learning, ovvero la casa editrice inglese che ha pubblicato il corso, mi ha chiesto se ero disponibile a recensire “Chinese with Mike”. Ho risposto di sì.

Mi hanno così inviato una copia dei DVD e del libro di testo che accompagna il video corso. No, non è esatto. Siccome hanno sbagliato, me ne hanno inviato due copie.

AGGIORNAMENTO: L’estrazione è conclusa!

A parte recensire il corso, abbiamo deciso di estrarre a sorte tra tutti i lettori le due copie di “Chinese with Mike” che abbiamo ricevuto.

Se t’interessa partecipare alla prima “lotteria” di SDC (è gratis), ti basta darci un “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e mandarci un messaggio privato (sempre su Facebook) con il tuo nome e indirizzo email. [Continua…]

Intervista ai GAS, la prima band spagnola a cantare in cinese

Oggi intervistiamo i GAS, una band di Barcellona che ha pubblicato questo mese Everlasting Freshman, il suo primo EP registrato in studio contenente sei tracce inedite cantate in cinese.

Nel 2012, i GAS hanno pubblicato su Youtube un video con le prime sperimentazioni del singolo 永远的初学者 (Eterno debuttante), diventando il primo gruppo spagnolo a cantare in mandarino. Il videoclip è stato un successo, raggiungendo quasi 50.000 visualizzazioni e più di 600 commenti da tutto il mondo.

Cantare in cinese

Prima di tutto, grazie per aver accettato l’intervista, era da molto tempo che volevo intervistarvi. Domanda d’obbligo, come e perché una band di Barcellona decide di cantare in mandarino? [Continua…]